Cuorejuve.it

Moggi difende Conte dalle inutili polemiche

moggi_juve

Luciano Moggi dalle colonne di Libero si pone al fianco di Antonio Conte e alla sua esultanza, ritenuta esagerata, di Bologna.
Queste le sue parole:
“La Juve se ne va. Ha ragione Conte quando si riferisce ai comportamenti dei tifosi avversari, che accolgono l’arrivo del pullman della società bianconera, con sassi e bastoni, come si fosse di fronte ad una guerra tra popoli anziché di fronte ad un gioco, perché il calcio è un gioco”.

“Lucianone” non esita anche a ricordare il passato e di quanto la Juve fosse odiata per le sue vittorie, per poi essere infangata con calciopoli.

“Se da una parte questo significa che la Juve è ritornata ai fasti di un recente passato quando dominava dovunque andasse, quella Juve invidiata da tutti che mandò ben 9 giocatori alla finale di Berlino 2006 divisi tra Francia e Italia che appunto si contendevano il titolo mondiale. Ciò però non può e non deve permettere a chi non sapeva e non sa lavorare di diffondere sempre le stesse malignità, che in passato, contemporaneamente alla morte di Gianni Agnelli, dell’avvocato Chiusano, e in ragione delle lotte per la successione, caddero tutte sulle spalle dei dirigenti juventini del tempo, rei soltanto di aver operato bene facendo grande la squadra, la conseguenza: la società in B, i dirigenti di quel tempo abbandonati al loro destino dalla società stessa, tante famiglie distrutte. Se in questo paese lavorare con dedizione e professionalità significa andare incontro a questi problemi, allora ha ragione Conte, meglio emigrare. Così come hanno fatto e stanno facendo i nostri allenatori migliori, così come non manifestano più il desiderio di venire in Itali gli assi stranieri”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi