Incredibile andata degli ottavi di finale di Champions ieri allo Juventus Stadium. Un susseguirsi di emozioni che ha portato il popolo bianconero, e anche appartenenti ad altre tifoserie, a passare dallo scoramento totale ad un emozionante Remuntada con quasi una ciliegina sulla torta, se Bonucci avesse angolato meglio il suo tiro dal limite dell’area.

Però il pareggio è il risultato giusto per una partita che ha visto La Vecchia Signora intimorita per un tempo, fino al loro gol, per poi uscire l’orgoglio sullo 0-2, riaprendo una qualificazione che sembrava ormai persa.

Allegri sembra non capire la partita nel primo tempo, portando i bavaresi davanti a Buffon più di una volta, con il portierone e la difesa costrette a fare gli straordinari per lasciare inviolata la porta.

Poi come al solito, guarda caso quando si gioca contro certe federazioni, l’arbitro non si accorge di un evidente fallo di mano in area dell’ex Vidal e nega un sacrosanto rigore ai bianconeri.

Passano i minuti e di nuovo, sul gol del Bayern, la terna arbitrale in toto non si accorge che sul tiro bavarese un giocatore ostacola in fuorigioco la visuale al portiere, ma anche in questo caso i benpensanti diranno che l’errore è umano…….. certo ma i latini dicevano che perseverare è anche diabolico!

Nel secondo tempo un grande applauso accompagna il gol di Robben, un tiro imprendibile anche per un portierone come Buffon. Per la cronaca l’azione parte da un netto fallo a favore delle zebre a centrocampo, ma anche qui temporanea cecità della terna arbitrale, che non riesce a vedere nulla.

E a questo punto esce la Juventus che non ti aspetti, anche grazie ai cambi azzeccati dalla panchina.

Prima Dybala, su un uno-due con Mandzukic, segna un gran gol. Poi sempre “Manzotin” fa un passaggio al bacio per Morata che di testa mette in area per l’accorrente Sturaro……. è 2-2!

Fra quindici giorni sarà dura in Baviera, ma i nostri eroi hanno dimostrato di non essere secondi a nessuna delle corazzate europee. Inoltre questo tiki taka che porta ad un devastante possesso palla non impressiona più, tanto è vero che alla fine i bavaresi sono stati presi dalla paura e hanno cominciato una melina degna di una squadra di LND italiana.

Forza ragazzi, abbiamo le stesse percentuali del Bayern di passare….. Nulla è precluso a questo collettivo, bisogna crederci dal primo minuto e buttare il cuore oltre l’ostacolo.

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.