La Vecchia Signora, contro ogni pronostico iniziale, si ritrova a giocarsi alla pari la finale di Champions con il Real Madrid.

Ennesima prova dei ragazzi e dello staff tecnico, che non si sono cullati sullo 0-2 dell’andata e hanno dimostrato che quando la Juventus mette il piede sull’acceleratore non ci sono squadre che possano contrastarla.

Dani Alves ormai è una certezza e con la sua esperienza e classe ha dato quel di più che serviva in questa finale.

Unico appunto è sulla tenuta psicologica e la classe dei francesi. Quando hanno capito che non c’era più nulla da fare hanno cercato di buttarla in rissa in modo che qualche nostro campione fosse espulso e non disputasse la finale.

Plateale la “camminata” di Glick su Higuain, ma dopotutto da un ex granata pieno di livore e complessi di inferiorità non potevamo aspettarci altro… Peccato per lui che quando ha provato a fare il bullo anche con il nostro Marione ha ricevuto in risposta uno sguardo degno dei peggiori bar di Caracas, e stranamente non ha reagito ma ha fatto finta di niente: poverino non sa che a giocare con il fuoco si rischia di bruciarsi.

Vabbè ormai è andata ….. concentriamoci sulla Coppa dalle lunghe orecchie, che quest’anno come mai può essere nostra!

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.