Ecco la lettera del Presidente Andrea Agnelli rilasciata ieri dalle pagine ufficiali del sito Juventus.

Ci permettiamo di dire che per quanto ci riguarda queste sono parole buttate al vento che al popolo bianconero suonano come un prase…in giro.
Caro Andrea cosa significa: “Ma di fronte ai sentimenti e alle ragioni personali anche un Presidente deve fare un passo indietro.” ??? Forse il nostro allenatore era stressato? Forse c’è qualcosa che non sappiamo che invece dobbiamo sapere?

VOGLIAMO LA VERITA’ VOGLIAMO SAPERE PERCHE’ STATE ROVINANDO LA JUVE!
AVETE FORSE TROVATO L’ALIBI PER VENDERE VIDAL E POGBA???

Qui la lettera di Andrea Agnelli:

Caro Antonio,

Sei stato un grande condottiero per i nostri ragazzi e la notizia di oggi mi rattrista enormemente.

Penso ai tre anni trascorsi insieme, tre anni che ci hanno portato a scrivere la storia di questa Società: tre scudetti consecutivi, due Supercoppe italiane, ma sopratutto un percorso di crescita esponenziale.

Ma di fronte ai sentimenti e alle ragioni personali anche un Presidente deve fare un passo indietro.
Sono passati oggi solamente due mesi dall’ultima grande vittoria e la Juventus deve continuare il suo percorso. Si riparte da zero. Da zero punti in classifica, come gli altri, e da zero vittorie.

Ma questa società è dotata oggi di un gruppo dirigente giovane, preparato e coeso che in questi anni ha saputo trovare l’ambizione e la determinazione per conquistare ogni traguardo.

La Juventus riparte da un gruppo di atleti di grande talento e professionalità, che saprà mettersi a disposizione del nuovo tecnico per continuare a scrivere il presente e il futuro. Alla storia dei colori bianconeri hai contribuito anche tu e so che, qualunque scelta tu faccia, la notizia di una vittoria juventina ti strapperà sempre un sorriso.

Beppe, Fabio, Pavel ed io, insieme con tutti i giocatori, i dirigenti e i dipendenti continueremo a lavorare giorno e notte perché questo è ciò che meritano i tifosi juventini, che merita la Juventus. E chi ci lavora sa di dover essere ogni minuto all’altezza di questa grande società.

Grazie di tutto Antonio.

Fino alla fine…
AA

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.