Due anni fa alla sua presentazione regnava lo scetticismo, era arrivato alla Juventus a vestire la fatidica maglia numero “10”: Carlos Tevez.
Contratto di 3 anni per l’Apache che già sognava un ritorno in patria in quella squadra che lo lanciò da minorenne: il Boca Juniors.
Famiglia, cuore e voglia di tornare a casa hanno spinto il nostro Carlitos a tornare in Argentina, quindi nessuna scelta europea ma una scelta dettata sopratutto da motivi personali, ai quali noi tifosi non possiamo dire nulle né arrabbiarci per la perdita di un campione del suo calibro né gridare al traditore di turno.

tevez-juve-real
Possiamo solo essere grati a Carlitos per averci regalato una valanga di gol e di emozioni in questi due anni, per averci portato alla vittoria con le sue reti e per aver riportato a splendere quella maglia numero 10 che tanta tristezza ci aveva lasciato dopo l’addio del capitano Del Piero, purtroppo ancora una volta quel numero e quella maglia si tingono di tristezza perché salutano ancora una volta un vero campione, forse in attesa, chissà, di un altro degno di vestirla.

Care amiche e amici salutiamo Carlos e auguriamogli il meglio al Boca Jrs.
Anche Marotta ne ha preso atto.Tevez in Cile lunedì ha incontrato il presidente del Boca Jrs, Angelici, e ha trovato l’accordo dicendo sì al club argentino con un contratto di 3 anni.

Grazie ancora di tutto Carlos….rimarrai per sempre il nostro APACHE BIANCONERO

tevez_catania

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.